ComunicaLAB

laboratorio per bambini e ragazzi sordi

Grazie al sostegno della Fondazione Carisbo, abbiamo realizzato per l’anno scolastico 2019/2020, un laboratorio per bambini e ragazzi sordi: ComunicaLAB.

ComunicaLab si sviluppa in continuità con le attività e i percorsi messi in campo dalla Fondazione Gualandi a favore dei bambini e ragazzi sordi.

Si è articolato su una serie di incontri di tipo laboratoriale rivolti al miglioramento della comunicazione con i pari, all’autonomia nella comprensione di linguaggi iconici e scritti, alla familiarizzazione con gli strumenti digitali.

Si è svolto in spazi appositamente pensati per consentire una fruizione di tipo laboratoriale ed esperienziale e attraverso  metodologie specifiche per le difficoltà linguistiche dei bambini/e e ragazzi/e sordi/e.

In modo particolare, il gruppo con bambini di 5-7 anni ha lavorato sulla comprensione delle storie, utilizzando albi illustrati e graphic novel con un forte impatto visivo.

Per facilitare la comprensione, la produzione e l’interiorizzazione di concetti, viene data molta importanza alla manipolazione delle raffigurazioni presenti nei testi attraverso l’uso di laboratori: la tipografia, all’interno della quale poter smontare e rimontare immagini e parole, o la falegnameria dove si costruiscono concretamente elementi delle storie.

Attraverso la manipolazione delle immagini e degli oggetti si arriva anche alla composizione di nuove sequenze narrative personali, che raccontano una storia dal punto di vista del bambino/a.

Gli obiettivi perseguiti riguardano da una parte il rafforzamento delle competenze di comprensione (cosa succede, chi lo fa, dove, perché, cosa avviene prima/dopo, ecc), dall’altra delle competenze di produzione, in modo adeguato alle modalità comunicative di ogni bambino/a. E attraverso il rafforzamento delle competenze comunicative si punta ad incidere sulle abilità dei singoli bambini/e rispetto alla socializzazione e alle autonomie.

Nel gruppo 8-13 anni, invece, centrale è stato un lavoro di comprensione di immagini complesse tratte da albi illustrati e graphic novel, attraverso l’utilizzo di metodologie specifiche per le difficoltà linguistiche dei bambini sordi. In modo particolare sono state utilizzate tecniche di Logogeniaper rinforzare l’utilizzo della lingua scritta.

La parte manuale affianca sempre le attività legate alla comprensione e rielaborazione delle storie.  Molte infatti sono state le produzioni di oggetti a partire dalle suggestioni tratte dalle immagini, come ad esempio scenografie tridimensionali composte con gli oggetti e i materiali presenti nei laboratori; sequenze digitali realizzate attraverso l’utilizzo della strumentazione tecnologica presente nell’atelier (microcamere, miscroscopio elettronico, computer e videoproiettore).

Gli obiettivi specifici, oltre al miglioramento della comunicazione e della socializzazione con i pari, riguardano gli impatti attesi rispetto all’attività scolastica, attraverso l’allenamento ad usare e padroneggiare con competenza un sistema linguistico, quello verbale, a prescindere dalla conoscenza o meno del sistema segnico, attraverso l’interazione di linguaggi analogici e digitali, oltre  alla familiarizzazione con gli strumenti digitali e all’autonomia nella comprensione del testo scritto.

ComunicaLAB