Alessandro Guardassoni (1819-1888). Un pittore bolognese tra romanticismo e devozione

A Bologna dal 14 settembre un itinerario diffuso nella città metropolitana di Bologna

In occasione del bi-centenario della nascita del pittore bolognese Alessandro Guardassoni (1819-1888), l’Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna, la Fondazione Gualandi a favore dei sordi, l’Istituzione Bologna Musei|Musei Civici d’Arte Antica e la Diocesi di Bologna stanno realizzando un itinerario diffuso nella città metropolitana per valorizzare l’attività dell’artista: dal naturalismo storico-romantico alla svolta purista sino allo sviluppo di un linguaggio devozionale, che fece di lui il più importante pittore ecclesiastico di Bologna nel XIX secolo.

L’evento è curato da Silvia Battistini (Collezioni Comunali d’Arte) e Claudia Collina (Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna), con la collaborazione di Chiara Sanfelici (Fondazione Gualandi a favore dei sordi), Patrizia Tamassia (Istituto per i Beni Artistici, Culturali e Naturali della Regione Emilia-Romagna) e Valentina Volta.

Per illustrare la poliedrica figura di Guardassoni nel contesto della pittura bolognese, italiana e internazionale a lui coeva, tre distinti eventi porranno il focus su aspetti differenti della sua attività:

  • alle Collezioni Comunali d’Arte una mostra, dedicata alla pittura di storia sacra e profana, con 30 dipinti provenienti principalmente dalla Fondazione Gualandi, che dialogheranno con quelli dei maestri e degli artisti a lui coevi, come Napoleone Angiolini, Cesare Masini, Adeodato Malatesta, Giulio Cesare Ferrari, Pietro Montebugnoli, Antonio Muzzi, Alfonso Savini e Luigi Serra;
  • negli spazi nobili della Fondazione Gualandi un’esposizione di 60 bozzetti e disegni preparatori per le pitture realizzate nelle chiese bolognesi, insieme a un itinerario virtuale – realizzato dagli studenti del Dipartimento di Architettura dell’Università di Bologna-Corso di laurea in design del prodotto industriale – per far cogliere al visitatore in modo immediato la relazione tra le fasi preparatorie e i lavori finiti.
  • un itinerario tra le chiese della Città Metropolitana per scoprire le pitture parietali e le pale d’altare dipinte da Guardassoni; sarà predisposta una mappa per raggiungerle con facilità e saranno organizzate visite guidate specifiche.

L'inaugurazione è prevista per venerdì 13 settembre, dalle ore 17.00, partendo dalle Collezioni Comunali d'Arte.

Saranno previsti anche due visite guidate accessibili per le persone sorde, le cui date sono in fase di definizione.

mostra guardassoni
guardassoni mostra
guardassoni mostra mappa 1
guardassoni mappa 2
guardassoni locandina 1
guardassoni locandina 2